Assunzione cittadino extracomunitario

D. 1) Ho scelto una cittadina non comunitaria per l’assistenza a mia madre invalida al 100% che vorrei assumere, ma è sprovvista del permesso di soggiorno. Posso comunque farla lavorare o vado incontro a sanzioni amministrative e penali?

R. 1) I lavoratori presenti in Italia e sprovvisti di permesso di soggiorno idoneo per il lavoro e non per turismo non possono essere regolarizzati, quindi chi offre lavoro a un cittadino irregolare rischia oltre alla sanzione di 5.000,00 euro la reclusione da sei mesi a tre anni.

Nel caso invece di cittadini della Romania e Bulgaria, appartenenti all’UE dal 1° gennaio del 2007, possono entrare e lavorare in Italia, non  hanno più l’obbligo del permesso di soggiorno ma è sufficiente, per essere assunti, un documento di identità  e il cod. fisc.